139ers War Zone. Light.

I had always looked for that light, I knew it was there, that it would always be there.

Somehow he would always have rippled the look, the touch, the memories or perhaps that sense that walks on tiptoe, and that all of a sudden it permeates without words, or just a light breeze away that smelled of home.

 

L’avevo cercata sempre quella luce, sapevo che c’era, che ci sarebbe sempre stata.

In qualche modo avrebbe sempre increspato lo sguardo, il tatto, i ricordi o forse quel senso che cammina in punta di piedi, e che all’improvviso tutto permea senza parole, o solo una leggera brezza lontana che sapeva di casa.

 

Advertisements

Ladycat War Zone. A sud del paradiso / At south of heaven.

DSCN2368.JPG

A sud del paradiso, c’è una porta sempre aperta,
là dove gli primi bagliori dell’aurora illuminano il nostro ultimo giorno.
Sul crinale dell’esistenza beviamo la luce, inconsapevoli,
mentre sostiamo sulla polla d’acqua che ci abbevera,
non la riconosciamo più come tale, non riusciamo più a bere,
la nostra casa ci è straniera, e vaghiamo senza sosta per
ritrovare il verde pascolo e rifugio, ma ora dobbiamo andare,
abbiamo molta strada da percorrere, ora discendiamo il crinale,
salutiamo i nostri vecchi amici e sfumiamo via nella pioggia.
Lasciando un cielo vuoto di stelle.

At south of heaven, there is an ever open door,
where the first glow of dawn light on our last day.
The existence ridge drink the light, unaware,
while we stop drinking from the pool of water that we,
we do not recognize it as such, we can no longer drink,
our house there is a foreigner, and wander tirelessly to
rediscover the green pasture and shelter, but now we have to go,
we have a long way to go, now descended the ridge,
We greet our old friends and we dissolve in the rain.
Leaving a sky empty of stars.

 

 

Kowka War Zone. Seas of Mars.

17492761_1863094770599135_4114532252030381332_o

 

On black and white,
she was a gentle and brave shadowings
in front of the red and ferrous seas,
or maybe she just looked like this
for a blind or skeptical sights,
a blowing wind, charged of a rusty sand like ancient claws.
Only the rainbow ladycat run
on the edge of (an ontological) Mars.
The seashells drops her
in a blindness and numbous sleep
and i can’t move, i can’t run,
i can’t fight,
but i (we) can stand
with her.
Forever.

 

In bianco e nero,
era un’ombra gentile e coraggiosa
di fronte ai mari rossi e ferrosi,
o forse ha solo un aspetto simile a questa
per un punto di vista cieco o scettico,
un vento che soffia, carico di una sabbia arrugginita come antichi artigli.
Solo una rainbow ladycat corre
sul limitare di (un ontologico) Marte.
Le conchiglie la lasciano cadere
in una cecità e un sonno paralizzante
e non posso muovermi, non posso correre,
non posso combattere,
ma io (noi) possiamo stare
con lei.
Per sempre.

Kowka War Zone. Dō, 道.

Calligrafie lontane secanti il vespertino orizzonte
aspergono litanie sottovoce s’impigliano nelle maglie stramate
solo quelle verbosità apparentemente risorgive
presso i lidi di personaggi ritagliati attorno alle circonferenze di persone vere
tangenti mai secanti circoli interiori.

Distant calligraphies on the horizon
sprinkle softly litanies get caught in overgrown sweaters
only those apparently resurgence verbiage
near the shores of characters cut out around the circumferences of real people
tangents never secant inner circles.

Kowka War Zone. A fuzzy appearance.

20190421_160209.jpg

 

Sono una semplice comparsa sfocata al margine
d’una mulattiera ai confini del mondo,
e confido nella nostra effemera
ma sostanziale stessa natura per continuare a resistere
esistere e meravigliarsi ogni giorno,
sempre uguale e sempre diverso, mai scontato,
e al di sotto dell’ombra frastagliata
dell’ulivo tangente alla pietra nivea,
tu riposi.

I am a simple fuzzy appearance on the sidelines
of a mule track on the edge of the world,
and I trust in our ephemeral
but substantial same nature to continue to resist
exist and marvel every day,
always the same and always different, never predictable,
and below the jagged shadow
of the olive tree tangent to the snow stone,
you rest.