Ladycat War Zone. No sleep under the teardrops.

g

 

“Give me a good reason to smile, brother”,
he said to himself, passing his silent companion
along the row of autumn trees.

“She have an amber and smokey eyes.
She smiles.
She looks a rainbowed feral warrior.

Hydrostatic shock. Blind pirouettes.
But you still have her name in you.
Blood is the same for everyone.
On the hill two friends wait for the dawn,
shoulders resting on the dry stone wall.

She was a living legend.
She still was here”

…A raged little tears
fell down,
she said.

 

 

 

 

Advertisements

Ladycat War Zone. Not only an hired souls from a blind darwinian tropism

dscn1540-mezza

 

Following the seeing of a splashdown
of the entering in life
from the ozone layer
a falling down
of a newborn warrioring souls
bended from the g (karma) force
that rides the bowed shellshock
with a bended-knee
under his cramped angel wings
return to this Earth
with a simple and savage face
and gives a part of himself
to a semi-blind human
and he,
the man,
understands to be
not only a 13,7 billions of a neural cells
with a with a pyramidal based structure,
relativistic nanotubes, thinkings,
or with a
darwinian inertial selfcentered
full of illusions and madness,
but heart and soul and words and facts and dreams.
Not only a shining or darkness surface,
nor all or a big nothing but simply a mind enduring
an amazing travel trought the existence and life.
Not only expendable souls or hired “heroes”,
but we’re a fool dreamers,
sometimes frightened,
who see trought a dark passive infrared fog,
the fog of a private kindness war.

Seguendo la visione di un splashdown
dell’entrata nella vita
dallo strato di ozono
la caduta
di una neonata anima guerriera
piegato dalla forza g (karma)
che cavalca il guscio incurvato
con un ginocchio piegato
sotto le sue anguste ali d’angelo
ritorna su questa terra
con una faccia semplice e selvaggia
e dà una parte di se stessa
a un umano semi-cieco
e lui,
l’uomo,
capisce di essere
non solo 13,7 miliardi di cellule neurali
con una struttura a base piramidale,
nanotubi relativistici, pensieri,
o con autocentrante inerziale darwiniana
pieno di illusioni e follia,
ma cuore e anima e parole, fatti e sogni.
Non solo una superficie lucente o buia,
né tutto né un grande nulla, ma semplicemente una mente che sopporta
un viaggio incredibile attraverso l’esistenza e la vita.
Non solo anime sacrificabili o “eroi” assoldati,
ma siamo dei pazzi sognatori,
a volte spaventato,
che vedono attraverso una nebbia infrarossa passiva scura,
la nebbia di una guerra di gentilezza privata.

 

 

 

 

 

Ladycat War Zone. So was colored…

lwz9

So was colored
our hand
with a sips of a buried dream
with the hugeness of a screamed awakening
with a blind decoy for our soul
with a entrapment of our emotion
with a cage of remorse
with a full acceleration
through
the ozone layer.

So we were.
So we are.
So was for us.

So was colored
our ground
with a deep red
smashed
but alive and screaming
with the full spectrum
of our empathy.

 

….

Così è stata colorata
la nostra mano
con il sorso di un sogno sepolto
con l’ampiezza di un risveglio urlato
con un’esca cieca per la nostra anima
con un intrappolamento delle nostre emozioni
con una gabbia di rimorso
con una piena accelerazione
attraverso
lo strato di ozono.

Così eravamo.
Così siamo.
Così è stato per noi.

Così è stato colorato
il nostro terreno
con un rosso intenso
fracassato
ma vivo e urlante
con l’intero spettro
della nostra empatia.

 

Ladycat War Zone. He was here.

É rimasto ancora qualcosa del vecchio guerriero? Un riflesso? Un ombra? C’è mai stato per il mondo? O é rimasto confinato fra poche anime in lotta e le loro azioni rimarranno vaghe e confuse, e infine bollate con uno sbadiglio, uno sbuffo di pittoresca fantasia?

Tutte quelle macerie disperse lungo la strada saranno qualcosa di più di una lotta privata, donchisciottesca?

Il ritrovarsi su quel limite disperato e impossibile reggerà ancora o verrà soffiato via, noioso e muffo?

C’é ancora, lotta e zoppica e sogna, perché alla fine tutto é un sogno, lui si scalda con queste braci il cuore prima di uscire nella notte, solitario, ancora una volta, con generosa follia.

C’é ancora.

Ladycat War Zone. Deploying kindness.

cat-nsmbl-4-700x350

 

What happens at our mirrored shapes faded
in our striked counterparts?
Fuzzy logic near the full metal jacket ammo trails
shining blurred in the edge
of a soul’s point of view

Close combat
with the denial of kindness,
body moving
and he scramble on the gray path of a asphalt slit.
Against the plastic people
our deployed kindness.

 

 
Cosa succede alle nostre forme a specchio sbiadite
nelle nostre controparti colpite?
Logica sfarfallante vicino alle scie delle munizioni camerate d’acciaio
splende sfocato ai margini del punto di vista di un’anima

Combattimento corpo a corpo
con la negazione della gentilezza
il corpo si muove
e si arrampica lungo il sentiero grigio di una fessura asfaltata.
Contro le persone di plastica
la nostra compassione schierata.