Catography # 13. “La ballata dei ragazzi senza nome”

la-ballata-dei-ragazzi-senza-nome

(Immagine e copyright di Marianna Zampieri, pubblicato con la gentile concessione dell’autrice).

(Dedicato ad una colonia che non c’è più.
E a tutti i spiriti liberi e fieri di ogni luogo e ogni tempo. 
on l’indispensabile supporto di Marianna)

Scappa ragazzo scappa ancora, fuggi dall’ uomo che non ha cuore,
cerca rifugio nel mio cuore.
E se mi vedi, corri da me, non ti voltare, non esitare.
Riposa disteso in un campo d’asfalto, non sono rose né ciclamini,
sono soltanto una pozza di scarti.
Corri veloce, corri ancora, non cercare la mano sbagliata.
E se non mi vedi, corri ancora cerca l’anima che ti consola,
cerca l’uomo che si consuma.
Scappa più veloce, sul campo di grano e cerca ancora la mia mano.
Mentre correvo con te sulle spalle vidi un uomo più giù nella valle,
mi dava le spalle, il suo cuore gettato con gesto incurante.
Il volto ghignante, l’amore distante, le mie stesse sembianze.
Gli sparo addosso, gli sparo ancora,
il volto crollato non ci crede ancora.
Un giorno d’estate andammo all’inferno, restai con voi fino allo stremo
Sento la tua voce molto distante, disperso senza speranze.
Riposa tranquillo nel mare di grano, il vento che sussurra alle spalle.
Tornerò dalla valle, ferito e sanguinante,
ma avrò sempre un amico alle spalle.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Advertisements

2 thoughts on “Catography # 13. “La ballata dei ragazzi senza nome”

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s