Catography #1. “Non sei sola. Tu hai me”

1(Immagine e copyright di Marianna Zampieri, pubblicato con la gentile concessione dell’autrice).

La fotografia può essere interpretata come composizione, forme e valori, luci e ombre.
Può essere dissezionata con regole estetiche e formalismi stilistici.
La fotografia in bianco e nero, taglia via i colori, punta all’emozione e all’essenziale.
E’ una ricerca, è un occhio che cerca di delimitare un mondo privato, elude i criteri di attrazione della mente, cerca una via naturale per esprimere le emozioni.
Io amo la fotografia in bianco e nero e i gatti.
Adoro questa foto. Perchè ognuno di noi può sentire la sua universale emozione.
L’amore.
Il gatto nella foto è Ettore, ha 20 anni. Ha combattuto e vinto la sua battaglia contro il cancro.
Ma qui, in quel momento, stava combattendo. Ho vissuto questo e sento che questa foto è vera.
Fa sentire le vere emozioni. Paura, amore, e tutte quelle emozioni che non si possono descrivere, ma vivere, o suggerire, con umiltà e sensibilità, come ha fatto l’autrice, la fotografa.
Lei ha un legame con entrambi i soggetti, fa parte della loro famiglia e in punta di piedi cerca di dare il suo conforto.
Racchiude dei momenti di intimità per un futuro tesoro.
Mi colpisce l’abbraccio e la serenità.
E quello che non si vede, la reciproca promessa che si sono fatti la ragazza e il gatto.
Non sei sola. Tu hai me. Staremo insieme fino alla fine.
Ettore, come due dei miei gatti, erano in un mondo di dolore, si sentivano stranieri del loro corpo e della loro casa. Erano devastati e confusi.
Ma con l’assoluto imperativo di tentare l’impossibile per non farci stare male, perchè sono loro che rincuorano noi.
E ancora una volta ci sussurrano “non avere paura, io sono qui con te, andrà tutto bene”
Perchè loro sono parte di noi, e lo saranno sempre. In qualunque modo vada.

Un ringraziamento davvero speciale alla fotografa, Marianna Zampieri, per il suo tocco gentile e delicato nei suoi ritratti, la profondità del suo sentire e non ultimo, la sua pazienza.
Nel prossimo post vi parlerò di lei.
Grazie.

E non dimenticate di vedere i suoi lavori su  InstagramFlickr e Facebook.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s